San Pietroburgo Il portale ufficiale di San Pietroburgo è una guida importantissima per il viaggiatore!San Pietroburgo

Le probabili formazioni di Zenit-Vardar - Leggero turnover per Mancini

Prima contro ultima. Nel girone L di Europa League lo Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini ospita il Vardar, squadra ormai già eliminata e che giocherà soltanto per l'onore e la speranza di conquistare un risultato di prestigio. Dieci punti in classifica per la formazione russa, zero per i macedoni che hanno incassato ben diciassette gol e realizzato una sola rete in quattro turni giocati. Molto meglio, invece, la compagine gestita dal trainer italiano che ha segnato dodici volte e raccolto la palla dalla rete del proprio portiere in appena tre occasioni. 

COME ARRIVA LO ZENIT - Obiettivo tre punti, ovviamente, che sono ampiamente alla portata della squadra di Mancini. Lo Zenit vuole conquistare il successo, sperando in un passo falso della Real Sociedad - in campo contro il Rosenborg - per vincere aritmeticamente il raggruppamento con un turno di anticipo. Reduce dal successo in campionato ai danni del Tosno, l'allenatore cambierà qualche cosa nella formazione titolare per far giocare chi ha avuto meno minutaggio e per far riposare elementi chiave della rosa per il campionato russo. “Ci saranno variazioni, farò qualche cambio nella formazione ma ovviamente non posso svelare nulla”, ha detto Mancini ieri in conferenza stampa. Per questo in difesa ci sarà Mevlja al centro, al posto di Ivanovic, mentre nei tre di centrocampo ci sarà il 32enne Noboa. In avanti spazio a Shatov, che completa il tridente con Kokorin e Rigoni.

COME ARRIVA IL VARDAR - La squadra allenata da Cedomir Janevski, seconda in classifica in patria, arriva da tre successi di fila. In Macedonia la compagine di Skopje recita la parte del leone, o quasi, mentre in ambito continentale non riesce a staccarsi da quota zero punti. L'allenatore schiererà la miglior formazione, ma dovrà fare a meno degli squalificati Jigauri Jambuli e Hambardzumyan. Al posto di quest'ultimo, come terzino destro, ci sarà il diciottenne Todoroski, mentre il trequartista Jambuli sarà sostituito dal ventenne Blazevski.

ZENIT (4-3-3): Lodygin; Smolnikov, Mammana, Mevlja, Criscito; Erokhin, Paredes, Noboa; Rigoni, Kokorin, Shatov. All. Mancini.

VARDAR (4-2-3-1): Gacevski; Todoroski, Novak, Grncarov, Glisic; Nikolov, V. Markovic; Blazevski, Juan Felipe, Barseghyan; Ytalo. All. Janevski.