San Pietroburgo Il portale ufficiale di San Pietroburgo è una guida importantissima per il viaggiatore!San Pietroburgo

Anastasia Shevtsova: ballerina, star di Instagram e attrice

Da tipica millennial la carriera di Anastasia Shevtsova, ventitreeenne attrice russa emergente, è alleata dei social networks. Tre anni fa la sua pagina Facebook capitò sotto gli occhi di Angelin Preljocaj, coreografo star francese, che la volle protagonista del suo primo film, “Polina”, storia di una ballerina tratta da una graphic novel di successo. Da allora Anastasia ha lasciato il Balletto Mariinsky di San Pietroburgo per dedicarsi al cinema e si sta affermando sugli schermi russi ed europei: il suo ultimo film, “Le Vente tourne”, è ora in Concorso al Locarno festival (lunedì 6 agosto, Piazza Grande, ore 21.30).

Anastasia, la sua vita è cambiata dal suo debutto di attrice?
Totalmente. Neanche due anni fa ero alla Mostra del Cinema di Venezia a presentare “Polina”: il film fu accolto molto bene, ebbi tantissimi complimenti e quel mio primo viaggio a Venezia fu un’esperienza indimenticabile: conobbi anche il mio regista preferito, Paolo Sorrentino. Ho accompagnato il film ai festival di Parigi, Londra, Macao, facendo tanti incontri interessanti e divertendomi molto. Per “Polina” sono stata candidata al César come attrice emergente e per il cinema francese ho una preferenza. Sto studiando il francese per parlarlo senza accento… per non interpretare solo parti da russa!

Come nel film franco-svizzero “Le Vente tourne”. Ce ne parla?
Anche questo film mi è arrivato tramite Facebook: la regista, Bettina Oberli, vista la mia pagina mi convocò per un provino ed ebbi subito la parte.

Girammo per due mesi nella campagna svizzera, nella fattoria con animali dove è ambientata la vicenda. Inizialmente ero spaventata per quanto famosi erano gli attori principali, Mélanie Thierry e Pierre Deladonchamps, ma osservandoli sul set ho imparato moltissimo. Interpreto Galina, una giovane malata che da Cernobyl si reca in Svizzera a curarsi e ha un ruolo importante nello svolgimento della vicenda.

Nel frattempo ha frequentato scuole di recitazione, lei che viene dal balletto?
Non proprio. In Russia abbiamo ottime Accademie, ma durano troppi anni e non volevo invecchiarvi. A Parigi invece ho frequentato il famoso Studio di recitazione Pigmalion. Poi un giorno, per strada, ho incontrato Juliette Binoche: stava andando a un workshop a Berlino tenuto da una famosa coach americana e mi ha consigliato di seguirla. L’ho fatto e mi ha cambiato la vita!

Ma per il balletto non ha ripianti, lei che è diplomata alla leggendaria Accademia Vaganova ed era ballerina nel meraviglioso nel Corpo di ballo del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo?
Nessuno. Volevo essere padrona della mia vita e fare tante cose diverse. L’Accademia Vaganova è stata una grande scuola, anche di vita, e i registi mi dicono che come ballerina ho un superpotere: il mio body language trasmette emozioni.

Anche sua sorella, Arina Shevtsova, è attrice?
Ancora non sappiamo. Ha appena interpretato un film, molto atteso, che verrà presentato a Mosca il prossimo settembre al festival Kinotavr di Nikita Mikhailkov. Si intitola “Acid” e il regista è un giovane di grande talento, Aleksandr Gorchilin, scolaro di Kirill Serebrennikov. Un’altra storia curiosa: ero stata invitata io per il provino, ma non mi scelsero e così suggerii ad Arina di presentarsi. Anche lei è diplomata ballerina all’Accademia Vaganova, ma ha lasciato il balletto ed è ancora incerta se fare l’attrice o la pittrice. Sì, siamo quasi sempre insieme, abbiamo due anni di differenza, io sono la maggiore, ma data la forte somiglianza in molti ci prendono per gemelle.

Ad entrambe piace la moda e sfoggiate il vostro stile estroso su Instagram con gli account @petitbattement555 e @missmira2025.
Io amo così tanto la moda che vorrei diventare anche fashion designer o stylist. Mi piace mixare luxury brands e capi second hand, per creare un look unico, sempre divertente: non mi prendo mai troppo sul serio. Poso anche da modella e in Russia sono testimonial Chanel, che mi vestirà per Locarno. Io e Arina abbiamo preso parte al visuel di Chanel Chance, in uscita il prossimo novembre.

Prossimi progetti?
Quest’estate sarò a New York, a scuola di recitazione dalla coach americana. Con Arina ovviamente, anche se lei studierà voguing e pittura. Per l’autunno sto pensando di lasciare San Pietroburgo per trasferirmi a Mosca o Parigi, due città entusiasmanti, che spero aiuteranno la mia carriera.