📁
San Pietroburgo Il portale ufficiale di San Pietroburgo è una guida importantissima per il viaggiatore!San Pietroburgo
Articoli

Il fattore disturbo

Imprenditore Italiano: Il tipico uomo d'affari italiano a San Pietroburgo conclude sistematicamente con un nulla di fatto per via del ˝fattore disturbo˝!
Imprenditore Italiano
Il tipico uomo d'affari italiano a San Pietroburgo conclude sistematicamente con un nulla di fatto per via del "fattore disturbo"!

Si tratta di quel fenomeno che colpisce imprenditori, politici e faccendieri di casa nostra che si recano in paesi ricchi di avvenenti ragazze, locali e divertimenti. Si manifesta distogliendo l’attenzione del malcapitato dalla motivazione che lo ha indotto a recarsi in missione all’estero, portandolo un poco per volta sulla strada della perdizione.

Come nasce il fenomeno

La maggior parte delle persone che vivono in Italia non hanno una vita sessuale per così dire normale, questo indipendentemente dall’età o estrazione sociale, tuttavia i diretti interessati nemmeno se ne accorgono avendo sempre vissuto nel proprio micromondo, senza quindi un termine di paragone con quanto avviene in paesi in cui sesso e legami affettivi sono vissuti con la massima naturalezza. Per questi soggetti il concetto di normale è esattamente ciò che avviene nel proprio micromondo, tuttavia alla prima occasione di raffronto del proprio modello di vita sociale e affettiva con quella più normale e spontanea vivibile in paesi come Russia e Ucraina, porta i soggetti ad uno shock che induce una improvvisa perdita di ragione, distoglie completamente l’interessato da quanto ha priorità maggiore nella vita di un individuo: Lavoro, famiglia, il proprio avvenire.
Non è raro quindi vedere all’estero tutta una serie di personaggi nostri connazionali, comportarsi come trottole impazzite, fuori da ogni controllo; Un comportamento che oltre a degradare l’immagine all’estero degli italiani, rappresenta una grave forma di autolesionismo, infatti gli individui assoggettati da questo fenomeno non riuscendo più a connettere e distinguere il dovere dal piacere, si fanno turlupinare in tutti i sensi.
Il fattore disturbo si manifesta in maniera più incisiva in quei soggetti che hanno modo di giustificare le proprie missioni all’estero come visite legate alla propria attività professionale, questi non sono in grado di intendere la propria situazione, convinti realmente d’essere in missione all’estero per affari o circostanze legate alla propria attività, in realtà gli impegni professionali passano in secondo piano e vengono usati esclusivamente come paravento: Sono una scusante per giustificare qualche scappatella di tanto in tanto!
Attualmente sono numerosissimi gli “indisposti” che afflitti da questo fenomeno, fanno i pendolari tra Italia e Russia: Questi soggetti, una volta usciti dal proprio guscio (dal proprio micromondo), in Italia sopravvivono in uno stato di apnea, sognando d’andare di tanto in tanto a prendere una boccata d’aria la dove tutto è normale.

Profilassi

A imprenditori, politici e uomini d’affari in procinto d’effettuare la propria prima missione in un paese in cui vige un forte “fattore disturbo”, si consiglia di giungervi per gradi, facendo prima qualche capatina in luoghi in cui vige una situazione intermedia in modo da incominciare ad ambientarsi, una specie di “camera iperbarica” per portare fuori dall’acqua i soggetti interessati senza sottoporli a shock: Giungere in loco in maniera repentina e a mente lucida può portare i soggetti interessati a non reggere allo shock da “fattore disturbo”! Documentarsi in merito a questo fenomeno, aiuta alla preparazione e rende meno vulnerabili i soggetti potenzialmente a rischio.

Argomenti nella stessa categoria